Prima di tutto: la questione di quale software utilizzare per la marketing automation è la sfida più piccola quando si inizia. Questo perché la mentalità di solito blocca l’attuazione. La paura di perdere il controllo si insinua da qualche parte. Oppure tutto questo è già stato superato e si tratta semplicemente di iniziare? Chris Beyeler, socio Aivie e titolare dell’agenzia BEYONDER, dimostra in questo articolo che non è così difficile.

La differenza tra marketing automation e email marketing automation

Per marketing automation, molti intendono e-mail sequenziali o basate su trigger. L’automazione del marketing va oltre e prende in considerazione il percorso del cliente al di fuori del vostro sito web. Viene misurato e ottimizzato fin dal primo inserimento pubblicitario. In questo modo è possibile creare messaggi ottimizzati per il percorso del cliente. E se qualcuno ha visto un annuncio, il sito web può rispondere in modo dinamico.

Automatizzare prima a piccoli passi

Prima di lanciare i fuochi d’artificio del content marketing crossmediale è necessaria una lunga preparazione. Tuttavia, è molto più importante acquisire esperienza all’inizio. Scegliete un piccolo processo e automatizzatelo. Preferibilmente una sequenza di posta pura, come:

  • Viaggio di benvenuto per la registrazione alla newsletter
  • Email di preparazione per un corso o un workshop
  • Riportare i visitatori se non sono stati sul sito web per più di 30 giorni

È meglio iniziare con un processo che sia interamente di vostra competenza e che non richieda altri dipartimenti o fornitori di servizi. In questo modo, acquisirete una maggiore familiarità con l’argomento e sarete in grado di utilizzare l’esperienza acquisita per supportare meglio le altre persone coinvolte.

In che modo l’automazione del marketing può giovare a voi e ai vostri clienti?

Ora che qualcosa è attivo e funzionante, potete occuparvi del concetto giusto. La prima domanda che sorge spontanea è:

Perché volete automatizzare?

Le sequenze di posta o i chatbot sono spesso utilizzati nella marketing automation per far risparmiare tempo e risorse alle aziende. La questione se il cliente lo voglia o meno viene ignorata. I chatbot, in particolare, hanno fallito in passato nel soddisfare le aspettative degli utenti. Ciò ha alleggerito l’onere del call center, ma ha reso i clienti più insoddisfatti.

Quindi, se l’automazione va a vantaggio solo dell’azienda stessa, può essere pericolosa. L’automazione del marketing ha senso solo se porta benefici anche agli utenti. Leggete qui tre esempi di come potete generare lead con i chatbot.

Stabilire l’automazione del marketing in tutta l’azienda

Se avete già acquisito una prima esperienza con un processo automatizzato e volete fare di più, altri reparti e specialisti dell’azienda si uniranno immediatamente. Poiché le aziende sono spesso organizzate in reparti specializzati e l’automazione del marketing passa attraverso vari reparti specializzati lungo il percorso del cliente, è necessario che qualcuno abbia una visione d’insieme e orchestri tutto. Tu.

Siete responsabili di…

…tutti sanno chi è coinvolto.

… cosa fanno esattamente i partecipanti (compiti e responsabilità).

…naturalmente tutti i fili confluiscono.

Quali sono i reparti necessari per l’automazione del marketing?

  • Comunicazione: per testi, discorsi e idee creative.
  • Marketing: per l’implementazione operativa e la distribuzione di contenuti (annunci, newsletter, testi, ecc.).
  • Design: per la realizzazione creativa delle visualizzazioni
  • Vendite: per i processi orientati alla vendita che possono essere automatizzati nell’ambito dell’email marketing.
  • Supporto: per l’automazione e l’ottimizzazione delle richieste dei clienti.

Non importa dove si trova la vostra sede. Il fatto che si chiami marketing automation non significa che debba essere controllato dal marketing. Questa può essere anche la vendita come iniziatore, ad esempio.

Le vendite e l’assistenza conoscono meglio i clienti e sanno cosa vogliono e di cosa hanno bisogno. Sono quindi la chiave per garantire che sia vantaggioso per i clienti. Tuttavia, devono sempre mettersi nella posizione del cliente e non in quella della vostra azienda.

Sintesi

Sebbene l’automazione del marketing sia ampia e diventi rapidamente complessa, non è una scienza missilistica se non si esagera all’inizio. Quindi:

  1. Iniziate con un processo piccolo e gestibile che sia nelle vostre mani.
  2. Assicuratevi che a beneficiarne non sia solo l’azienda, ma soprattutto i clienti.
  3. Poi, allargatevi e coinvolgete tutti i dipartimenti.

Tutti gli inizi sono facili.

Che siate marketing manager, fondatori o semplici curiosi, il nostro webinar di 30 minuti è perfetto per chiunque voglia saperne di più sulla marketing automation con Aivie.

Melde dich jetzt zum kostenlosen Webinar an.

Lascia un commento